Io vi darò ristoro - una rubrica per coltivare la speranza in questo tempo difficile

... io vi darò riscontro

IL MOMENTO IN QUANTO OPPORTUNITÀ

 

L’idea più comune che abbiamo del tempo è quello che ci dà l’orologio:
un secondo dopo l’altro, le ore che si succedono, i giorni, i mesi, gli anni.
Questa concezione tipicamente cronologica finisce per marcare anche la visione della nostra vita. Tempus fugit (il tempo fugge) dicevano gli antichi.
L’esperienza che noi facciamo è di non possedere il tempo, di non riuscire a frenarlo, nella sua fuga senza fine.
La vita è una corsa, un’accelerazione (...) da cui proviene la sensazione di una vita liquida, vissuta nel vuoto, senza mai toccare il filo di lana della promessa.
Eppure Gesù dice «Il tempo è compiuto», il tempo è giunto alla sua pienezza.
Gesù riconfigura il tempo a partire da un altro sguardo. Nella sua grammatica il tempo è il momento in quanto opportunità. Occasione di essere, grazia celebrata nel qui e ora, in un inseparabile dialogo con il tempo di Dio.
L’istante, questo istante, non è solamente una porzione della vita che passa. Per questo dobbiamo plasmarlo come luogo dell’incontro più profondo con noi stessi, guardando alla pienezza non come un’utopia, ma come a un invito, a un dono offerto.

 

José Tolentino Mendonça

 


 

Cerca