Chi è on line

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Orari Sante Messe

da Lunedì al Sabato ore 8.30-18.30
Domenica ore 7.30-9.30-11.00-18.30
Giovedì adorazione ore 16.00

Le messe del vicariato  >>>

Le messe a Padova     >>>

 

Cerca

Casa TESCARI

Vita Parrocchiale

Scuola dell'infanzia

Accesso Riservato


Warning: getimagesize(http://www.diocesipadova.it/s2ewdiocesipadova/allegati/8431/miniatura.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/vhosts/parrocchiavigodarzere.org/httpdocs/new/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 468

Warning: getimagesize(http://bietolini.altervista.org/racconti%20dalla%20bibbia%201/images/la_lavanda_dei_piedi.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/vhosts/parrocchiavigodarzere.org/httpdocs/new/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 506

iniziazione cristiana secondo anno

UN PRETE ARCHEOLOGO, e I CENTO IMPEGNI DI GIGI

 

Potrebbe sembrare il titolo di un giallo, di un romanzo o dell’ultima fiction sui canali televisivi, invece no, sono 2 definizioni per “inquadrare” don Elia che da Agosto è entrato a far parte della nostra Comunità, e Gigi Marega da sempre a servizio della Comunità di Vigodarzere e che il prossimo 10 gennaio riceverà il Diaconato permanente.

Il 18 ottobre è cominciato il secondo anno del cammino di iniziazione cristiana dei fanciulli accompagnati dai loro genitori e dalla Comunità di Vigodarzere.

In questo cammino i genitori hanno “lavorato” sulla “chiamata” e sulle “chiamate” che Dio fa ad ognuno di noi; nel corso di questo lavoro hanno condotto due interviste rivolte a Don Elia e Gigi Marega in un’atmosfera di interesse e ascolto. Le domande che i genitori hanno posto, ci hanno permesso di conoscere meglio queste persone che ormai siamo abituati a vedere ogni giorno e a considerare amici .

Il lavoro è stato così “bello” e interessante che ci piaceva condividerlo con tutta la Comunità.

OFFERTA SPECIALE sempre il modo quando si tratta di erezione l'uomo, in modo da nessuna persona sana non può passare offerte - Comprare Kamagra. Popukpki simili allietare sempre, e l'uomo e la sua donna. Ci sono offerta ancora più interessante - Comprare Kamagra Oral Jelly

 

Don Elia – il prete archeologo…

Proprio così, il prete archeologo, perché questa è l’antica passione del nostro non ancora venticinquenne “Cappellano”. Non amava la scuola (pur andandoci volentieri per incontrare gli amici che frequenta tuttora) e si annoiava durante la Messa e il Catechismo. Gli piacevano invece i libri. Era così appassionato delle avventure che leggeva nei libri storici e in quelli fantasy che spesso trascurava i compiti scolastici per dedicarsi alla lettura.

E’ il maggiore di 8 fratelli e a Borgo San Marco aiutava i genitori nel lavoro dei campi.

Nonostante la Chiesa e il patronato non fossero i suoi luoghi preferiti (erano del resto ambienti poco luminosi e invitanti), Elia ha sempre provato attrazione per i gesti del Sacerdote (per esempio durante la Santa messa). Grazie a un parroco molto simpatico che andava a trovare la sua famiglia, Elia comincia a maturare l’idea di diventare Prete.

Avendo la passione dell’archeologia e sentendo anche una certa attrazione per la vita da prete, don Elia cercava di tenere insieme tutte e due le cose chiedendo al Signore di diventare un prete archeologo! Man mano che cresceva, tuttavia, sentiva che si sarebbe realizzato di più donando la vita per il Signore a servizio del Suo popolo. Pregava con insistenza per avere la certezza di aver fatto la scelta giusta. Un po’ alla volta, con gli studi in Seminario, con la conoscenza di Gesù, e con la passione di stare vicino alla gente, Elia ha smesso di mettersi alla prova, e si è fidato del Signore:

“DIO FA DI ME QUELLO CHE VUOI”.

 

Gigi – L’uomo dai cento impegni    

Prima di tutto la famiglia, così esordisce il nostro Gigi alla domanda:“come fai a conciliare tutti i tuoi impegni con le esigenze della famiglia?”

Ed è con questa certezza e con un’umiltà disarmante che fa sembrare semplice ogni cosa, che prosegue l’intervista. Gigi ha avuto un’infanzia e un’adolescenza “normali” senza particolari studi teologici e senza alcun segno di “vocazione”; il cammino con la sua Sposa e la sua famiglia hanno fatto tutto il resto compreso il percorso per diventare Diacono permanente. Il Diacono non è un prete, né un laico, è un ministro della Chiesa che ha ricevuto il sacramento dell’Ordine sacro, nel suo grado inferiore, la cui specificità del servizio ha Cristo come modello supremo; Lui che nel contesto dell’Ultima Cena ha dato un incomparabile esempio di servizio, chinandosi a lavare i piedi degli apostoli dichiarando “io sto in mezzo a voi come (Diacono) colui che serve

In questa scelta, in questa “chiamata” si sente supportato dalla Comunità, dalla Famiglia, dagli Amici e anche dagli incontri casuali. In tutto questo non mancano i momenti di sconforto, come non mancano e non mancheranno i momenti di “crisi” ma l’affidamento alla Provvidenza e a Dio sono e saranno compagni di questo cammino.

BRAVO GIGI. (e grazie…)

 

per riflettere....

 

Io che scelte ho fatto?

A quali chiamate ho risposto?

Chi mi ha aiutato nella scelta?

Back to Top